rose rosse

I rimedi più efficaci contro i parassiti delle rose

Le rose, quando si trovano nel periodo della loro massima fioritura, impreziosiscono il nostro giardino, migliorandone con un bel colpo d’occhio l’aspetto estetico. Ma quando si gestisce questa particolare tipologia di fiori molto delicata, purtroppo, le insidie sono sempre dietro l’angolo e spesso e volentieri sono rappresentate dai parassiti che ne possono deturpare la loro bellezza.

I principali responsabili sono gli insetti, ma anche i virus e i funghi, ahimè, recitano un ruolo di primo piano. Ma come possiamo salvaguardare la salute delle nostre rose? Lo abbiamo chiesto al nostro esperto, Antonello Sotgiu di Verde+, proprietario di un’ azienda operante a Perugia da anni nel settore del giardinaggio.

Una prima soluzione, alquanto naturale, che ci viene suggerita è quella di ricorrere alla lotta biologica. Per condurre questo tipo di lotta, bisogna utilizzare le coccinelle. Quest’ultime vanno attirate mettendo vicino alle rose alcune piante, come il fiordaliso, il tarassaco o la potentilla.

Altro espediente è il pesticida naturale. Fanno parte di questa categoria i prodotti a base di piretro. Tali prodotti si trovano facilmente sul mercato e si possono acquistare presso i negozi di giardinaggio o anche in rete.

Nel caso in cui il parassita, che insidia la salute delle vostre rose, sia la mosca delle rose, il nostro esperto ci consiglia di eliminare le parti contaminate, specie in caso di un suo annidamento all’interno della pianta.

Se i nemici delle vostre rose da abbattere sono i coleotteri bisogna adottare una procedura un po’ più dispendiosa di tempo. Di solito gli attacchi più massicci dei coleotteri avvengono in primavera inoltrata e in estate, nel periodo che va da maggio a luglio, per l’appunto.

In questa fase del trattamento, un primo colpo può essere inflitto a questa fastidiosa categoria di parassiti utilizzando i prodotti in piretro. Successivamente, nel periodo autunnale, si consiglia di smuovere la terra in maniera tale da esporre alle basse temperature le uova deposte dai coleotteri e le loro larve.

In conclusione, un altro fenomeno che può danneggiare seriamente le vostre rose è quello della peronospora. Si tratta di una malattia provocata da un fungo che genera una muffa di colore bianco e che imbruttisce i tessuti delle foglie della rosa. I trattamenti da eseguire sono diversi. Il prodotto da utilizzare è il solfato di rame tribasico-15,2, In alternativa, può essere utilizzata anche una poltiglia bordolese-20. Si consiglia di seguire le indicazioni nella confezione del prodotto per una sua corretta utilizzazione.

Condividi questo articolo