calle

Calle: consigli per coltivarle

La calla è una specie di pianta rizomatosa che ha origine nell’Africa centrale e meridionale, ha dimensioni medio grandi, con lunghe foglie e fiori che possono raggiungere il metro di altezza. Quelle che presentano una colorazione bianca sono coltivate generalmente in giardino, purché si trovino in un luogo riparato, luminoso ma che sappia garantire ore di ombra. Possono anche essere piante da vaso, perfette per gli interni e per il terrazzo perché richiedono davvero poche cure.

Si coltivano in vasi ampi, riempiti con un terriccio soffice e ricco che permettano di sviluppare un buon apparato radicale. La versione ibrida si sviluppa al meglio in queste condizioni e richiedono come minimo un vaso di diametro 25.

Descrizione e caratteristiche della calla

In natura le calla si sviluppa in zone abbastanza umide, con un terreno bagnato ma mai troppo colmo di acqua: è difficile riuscire a stabilire le regole base di annaffiatura di questa pianta, perché il clima esterno o la temperature presente in casa ha una forte influenza sulla necessità di acqua. E’ sempre bene controllare il terreno e verificare quanto sia bagnato il substrato prima di operare.

Le piante di calla fioriscono per diverse settimane, mentre le piante rimangono verdi e rigogliose anche dopo la fioritura. Per questo è bene mantenere nel vaso le sole foglie che saranno sprovviste di fiori. Producono generalmente un bel cespuglietto di colore verde scuro. I bulbi vanno a raccogliere le sostanze di riserva che poi utilizzeranno l’anno successivo per andare ad avviare la produzione dei fiori. La loro particolarità è proprio questa: nel momento in cui si presentano i primi germogli fino a fine fioritura la calla utilizza sempre e solo sostanze che ha immagazzinato l’anno precedente.

calle 2

Manutenzione e cura

Le annaffiature delle calle dovranno essere regolari nei mesi di febbraio-marzo, ovvero da quando i suoi rizomi cominciano a germogliare, fino al periodo in cui tende a ingiallire il fogliame, nel periodo estivo. Il riposo vegetativo invernale prevede che vengano sospesi gli apporti di acqua. Dovrete concimare la pianta solo nel periodo di fioritura ovvero tra marzo e maggio; le calle colorate andranno ad ingiallire in estate, periodo in cui si potrà riporre il vaso in luogo fresco, che sia asciutto e buio.

Il rinvaso sarà una pratica fondamentale se volete coltivarle in vaso questa pianta, ma attenzione perché un numero eccessivo di bulbi nello stesso vaso può portare a scarse fioriture in vista dell’anno successivo.

Condividi questo articolo