luci giardino

Luci da giardino: come sceglierle

Illuminare il giardino e le zone esterne della casa è necessario. Non solo per rendere più sicuro l’accesso all’abitazione nel corso delle ore serali e notturne, ma anche per poter godere di questi spazi una volta scesa la sera, ad esempio per una cena estiva con gli amici, sul terrazzo o anche in giardino. Le luci de giardino svolgono quindi varie funzioni, oltre a dover avere delle peculiarità molto importanti.

Come devono essere le luci da giardino

Il primo elemento che deve per forza caratterizzare una luce per il giardino è la possibilità di essere installata all’esterno. Sembra superfluo, ma può capitare a tutti di notare una luce particolarmente bella, di valutarla per il giardino, per poi rendersi conto che non può essere installata in luogo non protetto dalle intemperie. Oltre a questo è importante valutare l’uso che si farà della luce acquistata; se si cerca una luce adatta ad illuminare la porta di casa o il viale di accesso, sarà importante che rivolga la luminosità verso il basso, per non disturbare le persone dentro alla casa, inoltre dovrà essere munita di un timer, o di sensori che ne permettano l’accensione automatica al semplice passaggio, o all’arrivo del buio della sera.

Una lampada che invece andrà posizionata vicino al barbecue o agli arredi del terrazzo, o del giardino, dovrà avere una luminosità diffusa, perfetta per essere sfruttata quando ci si trova all’esterno, ad esempio per una chiacchierata al fresco della sera in agosto.

Le caratteristiche

Delle buone luci da giardino devono essere robuste e resistenti. Devono infatti essere in grado di resistere alle intemperie, tra cui pioggia, gelo e temporali estivi. Gli eventuali interruttori devono essere muniti di apposite protezioni che li rendano adatti ad essere installati anche all’aperto. I materiali inoltre devono essere resistenti alla luce solare diretta, che può causare un deterioramento rapido dei materiali non adatti a questo tipo di esposizione. Inoltre le luci da giardino dovrebbero essere a basso consumo, soprattutto quelle che si accendono non appena arriva il buio, con un sensore crepuscolare, come quelle che illuminano l’accesso alla casa. In queste situazioni è importante scegliere delle lampade a LED, o anche delle luci che funzionino a energia solare, che accumulano nel corso della giornata.

Risparmiare sull’energia elettrica

Il primo modo per non trovarsi con bollette per l’energia elettrica troppo elevate consiste nell’evitare gli sprechi. L’uso di lampade a LED e di timer e temporizzatori sono tutti metodi che permettono di evitare gli sprechi, soprattutto per quanto riguarda le luci da esterno. Un altro buon modo consiste nel verificare le offerte disponibili da parte dei diversi gestori per la fornitura di energia elettrica. Tra le più interessanti troviamo le Offerte Luce Wekiwi, un’azienda contattabile direttamente in rete, che consente ad ogni cliente di gestire da solo la propria bolletta.

Al momento della stipula del contratto è infatti possibile stabilire una “carica” mensile, ossia la quantità di energia utilizzata mediamente ogni mese. Per tale carica si paga una cifra prefissata; se la previsione di consumo è molto vicina a quella reale si ottiene uno sconto fino al 20% della componente energia in bolletta.

Condividi questo articolo